itarzh-CNenfrderuestr

Petrolchimico

Nell'industria chimica e soprattutto petrolchimica è di cruciale importanza garantire la sicurezza e l'affidabilità. In questi ambienti più che mai il malfunzionamento di apparecchiature può avere gravi ripercussioni sulla sicurezza delle persone, sull'integrità dei beni, sulla redditività e sull'ambiente.
La valvola è una parte fondamentale in un impianto chimico e petrolchimico che serve a regolare il flusso di fluidi nelle condotte, ad esempio interrompendolo o consentendolo in un senso solo. Parte integrante e fondamentale della valvola è la guarnizione di tenuta che può essere un O-ring, una guarnizione a disegno o a labbro.
Come parte integrante dell’impianto o di una apparecchiatura la tenuta deve essere progettata seguendo delle specifiche che tengano conto delle temperature di esercizio, dei fluidi di impiego, delle pressioni esercitate e della durata di esercizio.
La perforazione petrolifera è uno dei campi di maggior  complessità per le particolari condizioni ambientali cui deve far fronte una guarnizione.
Enormi costi di fermata degli  impianti sono lo scotto da pagare in caso di  rotture o malfunzionamenti di un elemento critico di tenuta.
A secondo del posizionamento degli impianti di perforazione si possono avere miscele particolarmente aggressive  di idrocarburi anche solforati , vapore surriscaldato ,H2S, CO2, Metano, anticorrosivi basici, temperature ben al di sotto di  0°C ed oltre i 200°C, pressioni elevate.
Per far fronte a combinazioni così aggressive e diversificate  occorre garantire  contemporaneamente: resistenza chimica, elevate proprietà meccaniche, elasticità in vasto campo di temperature, capacità di resistere alla decompressione esplosiva.
E’ quindi necessario operare con ricettazioni speciali  con  durezze elevate  e polimeri particolarmente resistenti alle più severe condizioni ambientali.