itarzh-CNenfrderuestr

PTFE

Il politetrafluoroetilene (PTFE) è il polimero del tetrafluoroetene ed è comunemente conosciuto come Teflon.
Si presenta liscio al tatto e la sua caratteristica principale è quella di resistere alle alte temperature (fino a 300 °C). Inoltre, è il materiale con il più basso coefficiente di attrito conosciuto: quello statico è pari a 0,04 mentre quello dinamico è pari a 0,07/0,14.
Le caratteristiche principali del PTFE sono le seguenti:

-Alta resistenza alla quasi totalità dei composti chimici ad eccezione dei metalli alcalini allo stato fuso e del fluoro;
-Insolubilità in acqua e in qualsiasi solvente organico;
-Ottime qualità dielettriche;
-Ottima resistenza al fuoco (non propaga la fiamma);
-È antiaderente: la superficie non è incollabile.
 
PTFE CARICATO

Le eccellenti caratteristiche del PTFE vergine non sempre consentono di soddisfare particolari esigenze ed applicazioni industriali dalle performance sempre più estreme.
L’aggiunta di particolari cariche al PTFE consente di migliorare le seguenti caratteristiche:

-Resistenza all’usura
-Coefficiente di dilatazione
-Conducibilità termica ed antistatica
-Deformazione/resistenza sotto carico
-Flessibilità e resistenza a sollecitazioni a fatica
-Coefficiente di attrito
-Proprietà dielettriche.

Le cariche possono essere miscelate al PTFE in forma singola o multipla ed in percentuali diverse.
Le cariche standard sono: fibra di vetro, bronzo, grafite e carbone.
Compounds speciali: carbografite, alumina, fluoruro di calcio, PPS, PEEK, quarzo, vetro sferico, polimmide, fibra di carbonio, bisolfuro di molibdeno e diverse tipologie di pigmenti.

Vetro: 

In diverse tipologie e percentuali.

Caratteristiche generali: 

-elevata resistenza all’usura e all’abrasione;
-elevata resistenza chimica (ad eccezione degli alcali e all’acido fluoridrico)

Applicazioni generali: seggi valvole, cuscinetti che debbano resistere allo scorrimento e all’attacco chimico. E’ adatto per cuscinetti funzionanti a bassi valori di PV.

Grafite:

In diverse tipologie e percentuali.

Caratteristiche generali: coefficiente d’attrito estremamente basso

Applicazioni generali: media resistenza alla compressione, resistenza chimica elevata, abrasione della controsuperficie estremamente bassa, buona dissipazione termica. E’ adatto per cuscinetti per applicazioni in condizioni di elevata velocità e a contatto con superfici di media durezza.

Carbone:

In diverse tipologie e percentuali.

Caratteristiche generali:

-Buona conducibilità termica ed elettrica
-Buona resistenza alla deformazione
-Elevate proprietà di resistenza ai carichi combinate con basso coefficiente d’attrito ed elevata resistenza all’usura.
-Elevata resistenza chimica.

Applicazioni generali: cuscinetti per applicazioni in condizioni di alta velocità e dove sia richiesta la dissipazione di cariche elettrostatiche. Fasce elastiche per compressioni funzionanti in assenza di lubrificazione. Seggi valvole.

Bisolfuro di molibdeno

In diverse tipologie e percentuali:

Caratteristiche generali:

-Elevata antiaderenza
-Basso coefficiente di attrito

Applicazioni generali: fasce guida, particolari con buone caratteristiche di resistevità.

Bronzo:

In diverse tipologie e percentuali

Caratteristiche generali:

-Elevata resistenza alla compressione
-Elevata resistenza all’usura ed elevata conducibilità termica

Applicazioni generali: cuscinetti funzionanti in condizioni di alta velocità ed in assenza di lubrificazione; adatto per operare a contatto con superfici non dure.

PTFE CARICATI STANDARD

Per standard vengono considerati i compound tradizionalmente presenti sul mercato ovvero i caricati con vetro, bronzo, grafite e carbone.
I valori riportati in tabella nella pagina precedente sono riferiti a prodotti ottenuti da stampaggio e compressione e da estrusione. La prima colonna riassume le proprietà del PTFE vergine denominato G400.

PTFE CARICATI SPECIALI

I compound “G” speciali costituiscono un’integrazione alla serie degli standard. Trovano sempre più larga diffusione sul mercato, in quanto consentono di ottenere soluzioni che spesso gli standard non sono in grado di offrire.
Questi compound speciali, formulati partendo da specifiche esigenze applicative, sono il frutto della ricerca interna Guarniflon.
La tabella di cui alla pagina precedente riassume le proprietà dei compound speciali maggiormente diffusi tra i clienti Guraniflon. Rappresentano solo una parte dei compound attualmente disponibili nella vasta gamma di soluzioni che Guarniflon può mettere a disposizione.
Guarniflon rende inoltre disponibili alcuni compound speciali caricati con polimeri ad alte pressioni come PEEK, PPS, Polimmide, LCP, bisolfuro di molibdeno, ecc.